Stavolta ci siamo: l’Imolese è in partenza per Fano per giocarsi – finalmente – l’andata dei playout contro i marchigiani allenati da Alessio Tacchinardi.

Dalla riscontrata positività di Scimia, Bruno e Brero non è scaturito alcun focolaio e il fischietto del confermato Fabio Natilla di Molfetta darà inizio al match alle ore 17:30.

Ancora squalificati gli esterni difensivi di entrambe le squadre Boccardi e Cargnelutti, quest’ultimo autore del goal da centrocampo nell’ultimo incrocio al Mancini del 18 ottobre scorso.

Le novità rispetto a una settimana fa sono l’infortunio di Polidori (stagione praticamente finita per lui) e i recuperi di Gentile, per i padroni di casa, e di Rondanini per gli ospiti. Se il centrocampista classe ‘85 è atteso da titolare, viste le tante assenze dei marchigiani, lo stesso non può dirsi per Rondanini che è rientrato in gruppo solamente giovedì e dunque non ha i 90 minuti nelle gambe.

Tacchinardi non recupera Paolini, Marino e l’ex Valeau, mentre la triade rossoblù Mezzetti-Sintini-Spagnoli, oltre al già citato Polidori, deve fare a meno di Siano, Sabattini, Sall e Laghi.

A Fano, infatti, i precedenti ufficiali tra le due compagini sono 9: in bilancio 4 successi dei granata di casa (ultimo 2-0 nella serie C 2019/20), 3 pareggi (ultimo 1-1 nella C 2018/19) e 2 vittorie emiliane (ultima 2-1 nella serie C di questa stagione).

Una vittoria nelle ultime 12 partite interne per il Fano: 4-0 sul Carpi del 4 febbraio scorso. Oltre a questo match si contano, nel mezzo, 7 pareggi e 4 sconfitte.

4 i punti raccolti nelle ultime 7 trasferte dall’Imolese: i rossoblu hanno pareggiato 0-0 ad Arezzo, il 21 marzo scorso, e si sono poi imposti 2-0 sul Cesena lo scorso 18 aprile.

I CONVOCATI

Portieri: Nannetti, Rossi

Difensori: Angeli, Aurelio, Carini, Cerretti, Della Giovanna, Pilati, Rinaldi, Rondanini

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Onisa, Provenzano, Torrasi

Attaccanti: Bentivegna, Mattiolo, Morachioli, Piovanello, Tommasini