L’Imolese trova la seconda vittoria consecutiva e sale a 35 punti in classifica. Decide l’incontro la punizione pennellata da Provenzano nel primo tempo. Nella ripresa il match gira intorno all’ora di gioco quando in 60 secondi viene annullato il goal del pareggio di Pellegrini (per fuorigioco) e viene espulso Signorini per fallo da ultimo uomo ai danni di Tommasini. Domenica ultima giornata in casa del Matelica e può ancora succedere di tutto!

LA CRONACA DEL MATCH

1’ – FISCHIO D’INIZIO. L’ultima gara casalinga coincide anche con la prima del trio Mezzetti-Sintini-Spagnoli sulla panchina del Romeo Galli. Confermato il 4-3-1-2 già visto a Cesena, ma con alcune novità: Bentivegna, di rientro dalla squalifica, agirà da trequartista e Alboni nel ruolo di mezzala. Nel Gubbio Sainz Maza è squalificato e Torrente schiera Pasquato alle spalle della coppia Pellegrini-Juanito Gomez.

3’ – Brutto scontro aereo tra Alboni e Juanito Gomez con il direttore Garofalo costretto ad interrompere subito l’incontro per permettere l’ingresso dei rispettivi staff medici. 

9’ – Corner pericoloso per i padroni di casa: palla spizzata sul primo palo che attraversa tutta l’area piccola senza che nessun giocatore rossoblù riesca a deviarla in porta. Grande occasione potenziale per sbloccare subito l’incontro.

15’ – Cross col ‘contagiri’ di Alboni sul quale Angeli riesce ad anticipare la difesa avversaria, ma non inquadrando lo specchio della porta.

21’ – Gran giocata di Bentivegna a centrocampo che libera nello spazio Tommasini. L’attaccante punta Uggè e lo salta costringendolo al fallo dal limite dell’area. Primo giallo dell’incontro per il difensore eugubino.

22’ – GOOOL DELL’IMOLESE! Provenzano porta in vantaggio l’Imolese con una pennellata perfetta all’incrocio. Nulla da fare per Zamarion ed è 1-0 Imolese.

28’ – Duro fallo su Bentivegna quando il pallone era già stato lanciato in profondità per Tommasini. Ammonito anche Signorini.

30’ – Prolungata trattenuta di Angeli e ammonizione anche per il giovane difensore classe ’02.

42’ – Problema muscolare per Polidori che si accascia a terra. 

43’ – Polidori non ce la fa a proseguire: al suo posto entra in campo Masala. Bentivegna avanza in attacco e Lombardi si alza nel ruolo di trequartista come domenica scorsa a Cesena.

45’ + 3’ – Palla goal clamorosa per il raddoppio: Carini ributta al centro un pallone allontanato dalla difesa, Zamarion si fa scappare il pallone dalle mani lasciandolo nella disponibilità di Tommasini che calcia a botta sicuro. L’intervento di Uggè è però provvidenziale e il risultato rimane sull’1-0.

45’ + 3‘ – FINE PRIMO TEMPO. 

49’ – Gran giocata di Pellegrini che lascia sul posto Boccardi e calcia a giro verso il secondo palo. Pallone deviato e corner per gli ospiti che sono partiti con tutt’altro piglio nella ripresa.

52’ – Entrata dura su Bentivegna e anche Megelaitis finisce sul taccuino dell’arbitro.

57’ – Pallone che si impenna al centro dell’area del Gubbio e il primo ad impattarla è Lombardi che si coordina con una sforbiciata. Pallone di poco sopra la traversa.

60’ – Su una punizione dalla trequarti il Gubbio trova il pareggio. Ma Pellegrini è in posizione irregolare e il goal viene annullato per fuorigioco. 

61’ – Gubbio in dieci uomini! Signorini atterra Tommasini da ultimo uomo e l’arbitro non ha dubbi: è rosso diretto! Dal goal annullato la partita è completamente girata in appena 60 secondi.

67’ – Cambi da entrambe le parti: Morachioli prende il posto di Bentivegna, mentre tra le fila degli ospiti Pasquato lascia il posto a De Silvestro.

68’ – Brividi nell’area di rigore dell’Imolese con Fedato che arriva alla conclusione, ma Siano è attento e respinge lateralmente. Forcing degli ospiti che, anche in 10 uomini, non rallentano.

75’ – Lombardi si fa largo centralmente superando il diretto avversario ed arrivando alla conclusione col destro. Tiro verso il primo palo che non inquadra lo specchio della porta.

77’ – Fallo su Tommasini, ma l’arbitro dà il vantaggio e Morachioli parte in un coast to coast dalla sua trequarti. Arrivato in area, si libera per la conclusione di destro che però è centrale e non impensierisce Zamarion.

81’ – Ultimi cambi della partita per l’Imolese: Alboni e Lombardi lasciano il campo a D’Alena e Pilati. 

82’ – Bella triangolazione rossoblù che porta Boccardi al cross rasoterra per Tommasini che non impatta bene e spreca la palla goal del 2-0.

84’ – Grande risposta di Siano sul colpo di testa ravvicinato di Pellegrini. Parata decisiva per conservare il vantaggio.

89’ – Succede di tutto negli ultimi istanti: angolo del Gubbio spizzato verso il secondo palo dove Pellegrini, a pochissimi centimetri dalla porta, prende in pieno la traversa. Dopo la traversa ne nasce una mischia furibonda da cui Aurelio parte in contropiede. Arrivato al limite dell’area non premia la corsa dei compagni e calcia addosso a un avversario.

92’ – Fallo di Masala (ammonito a fine azione dall’arbitro) ma il Gubbio arriva lo stesso alla conclusione con Pellegrini che strozza troppo la conclusione e non trova la porta.

90’ + 4’ – FISCHIO FINALE.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Lorenzo Spagnoli, Presidente

« Punizione bellissima di Provenzano. Lui ce l’ha nelle sue corde e anche sabato abbiamo dedicato del tempo a questo tipo di soluzione. Poi tutto il resto lo fa il suo piede e come dico sempre in campo i protagonisti sono in calciatori che decidono le giocate. Il calcio è una cosa semplice, non si inventa nulla si può solo migliorare qualcosina. Rendere le situazioni facili è la cosa più difficile.

Trovare gusto nel non prendere goal e stare nelle difficoltà, è importante creare questo spirito perché è li che si costruiscono le vittorie. 

Può capitare di tutto nell’ultima giornata con la possibilità di salvarsi con la forbice e andiamo a Matelica per fare quello che abbiamo fatto a Cesena e questa sera. Con grande magia e passione cercheremo di completare l’opera ».

Serie C, girone B – 37ª giornata

Imolese-Gubbio 1-0

Imolese: Siano; Boccardi, Angeli, Carini (C), Aurelio; Provenzano, Alboni (dall’81 D’Alena), Lombardi (dall’81 Pilati); Bentivegna (dal 67’ Morachioli); Polidori (dal 43’ Masala), Tommasini. All. Mezzetti (a disp. Rossi, Nannetti, Rondanini, D’Alena, Rinaldi, Pilati, Onisa, Morachioli, Masala, Cerretti, Della Giovanna, Laghi).

Gubbio: Zamarion; Formiconi (dal 53’ Fedato), Uggè, Signorini, Ferrini; Oukhadda (Dal 85’ Munoz), Megelaitis, Malaccari (C) (dal 53’ Hamlili); Pasquato (dal 67’ De Silvestro); Pellegrini, Gomez. All. Torrente (Elisei, Sdaigui, Serena, De Silvestro, Hamlili, Cinaglia, Munoz, Fedato, Ingrosso, Savelloni). 

Marcatori: 22’ Provenzano (Imo).

Arbitro: Gino Garofalo di Torre del Greco (assistenti Nicola Tinello, Orazio Luca Donato, Adalberto Fiero).

Ammoniti: 21’ Uggè (Gub), 28’ Signorini (Gub), 30’ Angeli (Imo), 52’ Megelaitis (Gub), 92’ Masala (Imo), 93’ Fedato (Gub).

Espulsi: 61’ Signorini (Gub).

Recupero: 3’ e 4’.