La full immersion che da qui all’antivigilia di Natale caratterizzerà l’importante mese di dicembre dell’Imolese inizierà domani (ore 17.30) sul rettangolo di gioco dello stadio Renato Curi di Perugia. Trasferta insidiosa per gli uomini di Mister Cevoli al domicilio dell’attuale quarta forza del torneo che non ha mai nascosto le proprie ambizioni di un pronto ritorno in cadetteria dopo il boccone amaro ingoiato con la retrocessione ai rigori nei play out contro il Pescara della passata annata agonistica. Sono tre i punti che separano i grifoni dalla capolista Padova come tre sono i pareggi consecutivi inanellati dal gruppo allenato dal tecnico Fabio Caserta nelle ultime uscite in campionato. Nove, invece, i risultati utili consecutivi che tracciano un bilancio complessivo lineare contraddistinto dall’assoluta tenuta ermetica della retroguardia locale (6 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte). Soltanto il Cesena, ad oggi, è riuscito nell’impresa del colpo corsaro al Curi (1-2) con i biancorossi alla ricerca di quegli equilibri che registrano un bottino di 17 reti all’attivo e 12 al passivo. Il miglior realizzatore umbro è l’attaccante Federico Melchiorri (4 goal) seguito dal tandem Murano-Bianchimano (3 centri) e dall’accoppiata Kouan-Moscati (2 marcature). In casa romagnola, dopo la sconfitta interna contro l’Arezzo, si è lavorato senza sosta sui campi del centro tecnico Bacchilega ed è stato così anche questo pomeriggio con la seduta di rifinitura prima della partenza per il ritiro nel capoluogo regionale. Al centro dell’analisi, ovviamente, alcuni errori materializzatisi nella precedente uscita e la riproposizione di quel concreto impianto di gioco che aveva contribuito all’allestimento di una manovra efficace nella prima parte della stagione. Prima convocazione tra i big rossoblù per il giovane attaccante Laghi.

Roberto Cevoli (allenatore Imolese Calcio 1919): “Una partita davvero importante come del resto lo sono tutte in questo torneo. Il Perugia non ha bisogno di grandi presentazioni, è una compagine che punta al pronto ritorno in serie B con una rosa composta da tanti giocatori di categoria superiore. Noi però scendiamo in terra umbra con la volontà di andare a fare risultato per riscattare la battuta d’arresto contro l’Arezzo. E’ stata un settimana intensa e di lavoro continuo. Abbiamo ripercorso e analizzato nel dettaglio la prestazione di una settimana fa contro i toscani per comprendere i nostri errori e mettere in campo i correttivi. Abbiamo insistito su quelle trame di gioco che ci avevano dato buone indicazioni nella fase iniziale del campionato, la loro efficace riproposizione è fondamentale per ritornare a dire la nostra contro qualsiasi avversario”.

I CONVOCATI (in ordine alfabetico)

Portieri: Rossi, Siano

Difensori: Angeli, Boccardi, Carini, Cerretti, Ingrosso, Mele, Pilati, Rinaldi, Rondanini, Tonetto

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Provenzano, Torrasi

Attaccanti: Laghi, Morachioli, Polidori, Sall, Stanco, Ventola