Sembra un gioco di parole, invece, è uno specchio fedele della realtà. Dopo il colpaccio formato trasferta a Padova, l’Imolese è pronta al debutto casalingo in campionato in programma domani (fischio d’inizio alle ore 17.30) allo stadio Gavagnin-Nocini di Verona contro la Virtusvecomp Verona. La nota temporanea indisponibilità del Romeo Galli di Imola costringe la squadra di Mister Cevoli al viaggio fuori regione fatalmente proprio nell’impianto di gioco caro agli avversari scaligeri di turno. La formazione del presidente e allenatore Luigi Fresco, piazzatasi al dodicesimo posto nella scorsa annata, è reduce dal pari domestico d’esordio contro il Cesena (1-1). Una sconfitta interna in Romagna (1-3, che costerà poi la panchina a Coppitelli) ed un pareggio a reti bianche (0-0) il bilancio dei confronti diretti tra le due contendenti nella stagione passata. Non sarà della partita l’attaccante rossoblù Alessandro Polidori appiedato per una giornata dal giudice sportivo dopo il discutibile cartellino rosso lampo rimediato in terra patavina. Al suo posto è pronto all’esordio assoluto con la maglia dell’Imolese il neo centravanti Francesco Stanco arrivato nei giorni scorsi alla corte di Mister Cevoli. Tutti tra le fila “ospiti” gli ex di turno: Michael De Marchi (out per infortunio), Filippo Pellacani e Filippo Pittarello. Significativo, inoltre, ai fini statistici il dato relativo alla giovanissima età media della rosa del sodalizio del presidente Spagnoli nella prima uscita di campionato con i suoi 23,2 anni che rappresentano uno degli esempi più virtuosi della terza serie nazionale.

Roberto Cevoli (allenatore Imolese Calcio 1919): “Un match importante per dare continuità all’affermazione esterna raccolta nel debutto a Padova; anzi, un ulteriore risultato positivo darebbe ancora più valore al nostro blitz allo stadio Euganeo. I ragazzi si sono allenati bene durante la settimana consapevoli di come, in questo campionato, ogni partita ha la sua storia. Out per squalifica Polidori, abbiamo l’importante innesto nel reparto offensivo con la prima convocazione di Stanco subito ben integratosi nel gruppo e nelle sincronie tattiche della squadra. Attenzione però alla Virtusvecomp che è una squadra imprevedibile, non semplice da decodificare, e piuttosto ostica come testimonia il pari ottenuto contro il Cesena nella prima giornata del torneo. La prima in casa a Verona? La società ha espresso con chiarezza, e a più riprese, il peso di questa anomalia che ci accompagnerà nei primi turni di campionato. Chiunque abbia giocato a calcio è in grado di percepirne gli oneri peraltro amplificati dal fatto che domani giocheremo proprio contro i veri padroni di casa”.

I CONVOCATI (in ordine alfabetico)

Portieri: Nannetti, Rossi, Siano

Difensori: Angeli, Boccardi, Carini, Cerretti, Ingrosso, Mele, Pilati, Rinaldi, Rondanini, Tonetto

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Provenzano, Torrasi

Attaccanti: Mattiolo, Morachioli, Sall, Stanco, Ventola