Quarto derby nel giro di 13 giorni per i ragazzi di Mister Atzori. Dopo Reggio Audace, Rimini e Modena, i rossoblù rientrano tra le mura amiche del Romeo Galli e attendono il Ravenna nell’anticipo delle 20:45 valido per la 24esima giornata. Molti pareggi nei precedenti tra le due squadre: negli ultimi cinque incontri giocati a Imola, sono ben 4 i segni x (l’ultimo del 26/12/2018 per 2-2) con una sola vittoria rossoblù arrivata nel match di Coppa Italia Serie C, il 2/09/2018, con un pirotecnico 5-3.

IMOLESE – Le parole di Mister Atzori alla vigilia del derby contro il Ravenna: “Ravenna è la città dove vivo e oramai sono lì da 23 anni, non un giorno. Mi ha accolto, mi ha voluto bene e tutt’ora me ne vuole soprattutto quella calcistica. Sarà una partita speciale per me oltre ad essere un derby. Naturalmente mi auguro possa portare punti all’Imolese perché sono un professionista e ciò che mi interessa è salvare questa squadra. Nel mio lavoro è giusto che ci siano queste cose ma devo puntare dritto al mio obiettivo lasciando da parte i sentimenti personali”.
Il tecnico ha poi analizzato una statistica che lo riguarda, una media punti di 1.72 a partita nel mese di febbraio: “E’ la prima volta che vengo a conoscenza di questi dati e mi fa piacere. Ogni sosta abbiamo sempre avuto una componente importante, ovvero la condizione fisica. Secondo me, oggi, questo elemento è così importante al pari dell’aspetto tattico e mentale. In campo, quando un giocatore si sente bene fisicamente, credo possa azzardare maggiormente ed essere più lucido. La ricetta è quella del lavoro, l’unica medicina per venire fuori da questa situazione”.

La lista dei convocati verrà comunicata nella mattinata di domani attraverso i nostri canali social ufficiali.

RAVENNA – Periodo estremamente positivo per i ragazzi allenati da Mister Luciano Foschi. I giallorossi, infatti, dopo la sosta, hanno perso (così come anche l’Imolese) solamente contro la Reggiana, raccogliendo poi una vittoria e due pareggi. Un ruolino di marcia che non ha cambiato la posizione in classifica a causa di ottimi risultati maturati dalle altre squadre ma ha permesso al Ravenna di mantenere il passo in una classifica che, soprattutto in fondo, continua ad essere davvero corta.

Il modulo adottato da Mister Foschi sarà il 3-5-2. Davanti a Cincilla – divenuto titolare ai danni di Spurio vinto contro il Rimini 1-2 – La difesa dovrebbe essere guidata dall’esperto Jidayi con accanto due nuovi acquisti: Caidi (arrivato dal Picerno) e Cauz (dal Parma). La prima e unica alternativa – in virtù dell’infortunio di Alex Sirri – sarà Ronchi. La linea di centrocampo dovrà fare a meno dello squalificato Papa ma dovrebbe tornare a pieno regime il Capitano Alfonso Selleri (rientrato dopo un infortunio muscolare, ha giocato 17’ contro la Vis Pesaro). Accanto a lui, ben due nuovi innesti arrivati nel mercato di gennaio: davanti alla difesa agirà Mawuli (in prestito dalla SPAL) mentre, simmetrico a Selleri, giocherà Gavioli (a titolo temporaneo dall’Inter). Lora e D’Eramo scalpitano alla ricerca di una maglia da titolare come interni di centrocampo. Infine, come quinti, agiranno Purro a sinistra e Zambataro (un altro prestito, questa volta dall’Atalanta) con Nigretti e Martorelli come insidia per i due titolari. Il reparto offensivo rimarrà, nonostante l’arrivo di Mokulu dal Padova, sulle spalle di Nocciolini e Giovinco. L’attaccante del Congo dovrebbe rimanere una carta a partita in corso.