Dopo la trasferta all’Orogel Stadium “Dino Manuzzi”, l’Imolese rientra tra le mura amiche del Romeo Galli alla prima, in casa, per Mister Atzori. Il tecnico ha affrontato la sua prima intera settimana di allenamenti con i ragazzi lavorando sui propri principi per il primo vero banco di prova: l’AJ Fano. Una partita complicata – come del resto tutte in questo campionato – contro una diretta avversaria per la lotta salvezza; una partita che può certamente significare svolta nel cammino dei rossoblù verso l’obiettivo stagionale. I precedenti sorridono ai granata con 4 vittorie (l’ultima nel 2004/05 in C2) a 2 (anno scorso, per 1-0, l’ultima). A queste sfide si aggiunge l’unico pareggio nella stagione 2002/03. 

IMOLESE – Le parole di Mister Atzori alla vigilia della sua prima sfida al Romeo Galli: “Il Fano è una squadra molto giovane con un’impronta ben precisa e sicuramente, nel corso della stagione, farà meglio di quanto mostrato fino ad ora. Ci metterà in difficolta ma noi dobbiamo essere subito pronti cercando di sbloccare subito il risultato e portando la partita dalla nostra parte. Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento di Cesena quando avremmo meritato certamente il pareggio in uno stadio dove altre squadre vanno chiudendosi nella propria metà campo”.

I CONVOCATI

PORTIERI: 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi
DIFENSORI:
2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 23 Garattoni, 26 Carini, 27 Valeau, 28, Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi.
CENTROCAMPISTI: 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 11 Provenzano, 17 Maniero, 21 Bolzoni.
ATTACCANTI:
7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 20 Sall.

ALMA JUVENTUS FANO – L’AJ Fano, dopo il ripescaggio in estate, ha affidato la panchina a Gaetano Fontana. Il tecnico, nonostante una partenza in ritardo, ha subito mostrato una proposta di calcio ambiziosa con un’ottima qualità di gioco espressa. L’obiettivo – così come quello dello scorso anno – è la salvezza. 

Il tecnico – le ultime esperienze con il Cosenza e la Casertana – ha tra le mani una rosa molto giovane che, però, ha anche evidenziato una fisiologica mancanza sotto il profilo dell’esperienza. L’età media è di 21.6 anni grazie anche ai molti giovani arrivati nella partnership con l’Ascoli. L’organico è infatti composto da 12 giocatori giunti in estate a Fermo – in prestito o a titolo definitivo – dai bianconeri.

Mister Gaetano Fontana farà affidamento, con ogni probabilità, nuovamente al suo 433. Davanti a Viscovo – estremo difensore bravo nel gioco con i piedi in prestito dal Crotone – la linea difensiva sarà composta da interpreti che, fino a qui, sono sempre scesi in campo dall’inizio: De Vito a sinistra, Tofanari a destra e Gatti-Di Sabatino come coppia centrale. A centrocampo, Mister Fontana – nonostante si affidi ad un’importante rotazione nel corso della partita – ha un solo dubbio: Sapone – titolare nelle ultime sfide nel ruolo di mediano – rimane in vantaggio ma è insidiato da Marino. Nel ruolo di mezzali ci saranno Capitan Carpani e Parlati, entrambi arrivati a Fano nella collaborazione con l’Ascoli. Il reparto offensivo sarà guidato da Barbuti come riferimento centrale; Hicham Kanis agirà sul fronte di destra mentre Baldini occuperà la zona sinistra. Nonostante queste gerarchie, il giovanissimo classe 2001 Davide Di Francesco – in prestito dall’Ascoli – reclama maggiore spazio e, magari già domenica, potrebbe scendere in campo a sorpresa dal primo minuto.