Senza vincitori, né vinti. Può certamente essere riassunta così la bellissima partita andata in scena al Mapei Stadium. L’Imolese di Mister Coppitelli strappa un convincente pareggio a quella che, probabilmente, può essere considerata la squadra più in forma del campionato. Al vantaggio di Checchi a fine primo tempo, ha risposto nel giro di 15 minuti la Reggio Audace con Varone prima e Scappini poi. L’Imolese non si è data per vinta – correndo non pochi rischi – e al minuto 76 ha trovato il pareggio con il neoentrato Latte Lath. Il goal è quello del 2-2 che cristallizza il risultato per un punto che serve ai rossoblù per smuovere un po’ la classifica. Ciò che si è visto in campo oggi è sicuramente positivo e può far sorridere il tecnico rossoblù, con grande fiducia per il match casalingo di domenica prossima contro il Modena.


IL TABELLINO
Reggio Audace – Imolese 2-2
Marcatori: 43′ Checchi (I); 54′ Varone (R), 68′ Scappini (R), 76′ Latte Lath (I).


REGGIO AUDACE (3-4-1-2) Narduzzo; Spanò, Rozzio, Espeche; Libutti, Varone, Rossi (dal 73′ st Radrezza), Favale (dal 46′ Lunetta); Staiti (dal 46’ Zanini); Scappini, Rodriguez (dal 66′ Marchi).
A disp.: Voltolini, Martinelli, Santovito, Costa, Haruna, Kirwan, Kargbo.
All.: Massimiliano Alvini.
IMOLESE (4-3-1-2) Rossi; Garattoni, Checchi, Carini, Valeau; Provenzano (28′ st Latte Lath), Alimi, Marcucci (33′ st Maniero); Tentoni (16′ st Belcastro); Padovan (33′ st Bolzoni), Vuthaj.
A disp.: Libertazzi, Seri, Boccardi, Sall, Della Giovanna, Ingrosso, Schiavi.
All.: Federico Coppitelli.
Arbitro: Claudio Panettella di Bari.
Ammoniti: Spanò (R), Tentoni (I), Lunetta (R) e Marcucci (I).


REPORT
È la Reggio Audace a partire meglio con l’Imolese che fatica a reagire all’offensiva dei padroni di casa. I granata, oggi in maglia bianca, cercano, quindi, di sfruttare il momento di forma migliore – dopo 6 punti nelle prime due giornate – aggredendo alti i ragazzi di Coppitelli. Il match però non sembra voler decollare e le uniche occasioni a referto vengono create da situazioni di palla inattiva. Al 23’ è l’Imolese a rendersi pericolosa: sugli sviluppi di corner, Capitan Checchi sfiora il vantaggio ma il pallone viene deviato sulla linea di porta tra le numerose proteste della panchina rossoblù per un presunto tocco di mano: il direttore di gara non fischia. Si gioca! I ritmi continuano ad essere piuttosto blandi e il match sembra incanalarsi su uno pareggio senza reti alla fine del primo tempo. Eppure, al minuto 43, ancora sugli sviluppi di corner, l’Imolese passa in vantaggio. È sempre Checchi a svettare sulla difesa granata e ad insaccare il goal dell’1-0. Il numero 5 rossoblù non poteva scegliere momento migliore per segnare.


La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione: la Reggio Audace, dopo una doppia sostituzione, parte più forte e si rende pericolosa in svariate situazioni. Al 54’ i ragazzi di Mister Alvini concretizzano gli sforzi fatti: Varone, dopo essersi liberato all’altezza dei 20 metri, fa partire un tiro che, probabilmente deviato, inganna Rossi. È 1-1. I granata non si fermano e sfiorano ripetutamente il goal colpendo anche un palo. Il vantaggio è maturo e la rete arriva al minuto 68: Scappini, in torsione, sfrutta un perfetto cross dalla trequarti per battere Rossi. Risultato ribaltato e Reggio Audace che non sembra volersi fermare. I ritmi, però, si abbassano e Mister Coppitelli trova l’intuizione dalla panchina: Latte Lath. Il numero 7 rossoblù entra benissimo e, dopo essersi liberati di due uomini, fa partire un tiro che, grazie ad una deviazione, si insacca a fil di palo. Nulla da fare per Narduzzo che non può fare altro che raccogliere il pallone dal fondo della rete. 2-2 ed ennesima situazione di pareggio che, questa volta, si protrarrà fino al 93’.
Il 2-2 è quindi anche il risultato finale che consegna un punto a testa per Reggio Audace e Imolese. Ora, i rossoblù, con due pareggi e una sconfitta nelle prime 3 partite di campionato, si trova a quota 2 punti.


LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI
Le parole di Mister Coppitelli al termine della gara: “E’ stata una bella partita con due squadre che si sono affrontate a viso aperto. È stata una partita equilibrata con una differenziazione molto sottile all’interno di una gara. Pesando il valore dell’avversario, siamo soddisfatti della nostra prestazione. Un filo di rammarico per quell’inizio di secondo tempo da gestire in modo migliore ma va dato merito anche alla Reggiana”.