L’Imolese ha provato a creare, il Piacenza è riuscito a colpire. Si può riassumere così la gara d’andata della semifinale play-off disputata questa sera al Galli, dove la squadra di Arnaldo Franzini si è imposta per 2-0, mettendo un’ipoteca per il passaggio del turno. Dopo il vantaggio firmato Bertoncini, l’Imolese ha provato ad attaccare gli emiliani ad inizio ripresa, ma è stata ferita nel momento migliore con la splendida volée di Ferrari. Ora serve un’impresa al Garilli: mission impossible, ma questi ragazzi ci hanno abituato a cose straordinarie. Non si molla!

LA CRONACA DEL MATCH

1’ – FISCHIO D’INIZIO. Torna Belcastro nell’undici titolare rossoblu, mentre in attacco sono De Marchi e Rossetti i prescelti da mister Dionisi. Franzini opta per il 4-3-3 con Ferrari terminale offensivo. Recuperato Marotta, che parte dal primo minuto; out Sestu e Porcari, nemmeno in panchina.

10’ – Primo squillo della partita: da azione d’angolo la palla arriva a Bensaja, che spara col sinistro dal limite, trovando la risposta attenta di Fumagalli.

14’ – GOL PIACENZA. Vantaggio biancorosso alla prima occasione: sugli sviluppi di un calcio piazzato arriva un cross sul secondo palo, che Bertoncini sfrutta nel migliore dei modi per portare avanti i suoi. Forza ragazzi, reagire subito.

23’ – Grande occasione per l’Imolese, che sfiora il pareggio con De Marchi, bravo a liberarsi in area di rigore e ad incrociare col destro: conclusione leggermente deviata che termina sul fondo, senza che Rossetti possa intervenire in spaccata. Ottima reazione rossoblu allo 0-1.

36’ – Non ce la fa Luca Belcastro: problema fisico per lui, al suo posto entra Nicola Mosti.

40’ – Clamorosa chance per il 2-0 dei biancorossi: Nicco se ne va bene sulla sinistra e mette in mezzo una palla invitante, che Di Molfetta aggancia e gira verso la porta, mandando però alto da distanza ravvicinata.

43’ – Splendida azione rossoblu, non trasformata in rete da De Marchi, che di testa manda sopra la traversa sul perfetto cross di Sciacca. L’Imolese continua a giocare, nonostante la pioggia che continua a cadere costante e la maggiore prestanza degli avversari.

45’ – Ancora De Marchi di testa sul lancio di Checchi dalle retrovie: palla fuori.

45’ + 1’ – FINE PRIMO TEMPO. Piacenza in vantaggio all’intervallo grazie al gol di Bertoncini, ma l’Imolese sta giocando un buon calcio e meriterebbe il pari. Peccato per l’infortunio di Belcastro, che ha costretto Dionisi al cambio.

46’ – INIZIO SECONDO TEMPO. C’è un volto nuovo nell’Imolese: dentro Eric Lanini, che prende il posto di Simone Rossetti. Mister Dionisi si affida al suo capocannoniere per la rimonta.

60’ – Occasione d’oro per il pareggio rossoblu: bello scambio tra Mosti e Gargiulo, con il tiro-cross del centrocampista napoletano che carambola dalle parti di Lanini, ma l’esterno destro dell’attaccante di scuola Juventus finisce fuori di pochissimo. Imolese a caccia dell’episodio giusto per il meritato 1-1.

65’ – Mister Dionisi cambia anche l’altro attaccante: fuori De Marchi, dentro Cappelluzzo.

67’ – Ancora Lanini pericolosissimo sul cross dalla destra di Sciacca: la girata del numero 17 termina di poco alta sopra la traversa.

69’ – GOL PIACENZA. Bella ripartenza dei biancorossi, finalizzata dallo splendido gol in spaccata di Ferrari. E’ 2-0 Piacenza, risultato pesantissimo per i rossoblu, che avrebbero meritato molto di più.

74’ – Bella girata di testa di Cappelluzzo, ma Lanini manca la deviazione da distanza ravvicinata.

88’ – Ci prova Pergreffi di testa su calcio d’angolo proveniente dalla destra: palla fuori sul primo palo. Il secondo gol piacentino ha completamente chiuso i giochi.

94’ – FISCHIO FINALE. Bertoncini e Ferrari decretano il 2-0 biancorosso al Galli: servirà una vittoria con 3 gol di scarto al Garilli per andare in finale.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Alessio Dionisi, allenatore

«L’applauso finale della tifoseria è stato bello: la squadra anche oggi ha giocato e non merita il risultato finale. Peccato per il primo gol: dopo l’1-0 loro hanno potuto gestirla, abbassando i ritmi. Abbiamo giocato una buona gara, ma loro sono cinici e tosti, bravi a sfruttare tutte le opportunità che gli si presentano. Basti pensare al secondo tempo: nel nostro miglior momento, con una ripartenza perfetta ci hanno infilato. E’ una squadra anche operaia quando deve. Sono convinto che non sia finita: possiamo farcela, nonostante serva un’impresa».

Gian Maria Rossi, portiere

«Oggi è stato il primo tempo della sfida. Le partite play-off durano 180 minuti e nulla è mai detto. Dobbiamo avere la forza di recuperare fisicamente e mentalmente per la partita di domenica. Purtroppo siamo andati in svantaggio su un episodio: stavamo facendo bene, potevamo metterli ancora più in difficoltà. Il 2-0 è arrivato nel nostro miglior momento: abbiamo concesso qualcosa in ripartenza, ma loro sono forti e hanno sfruttato al massimo le occasioni. Non è finita però: giocheremo come sappiamo, poi vediamo quello che succede».

Nicholas Bensaja, centrocampista

«Abbiamo un’altra partita: non è il tempo dei ringraziamenti, dobbiamo pensare a questi altri 90 minuti. Sicuramente metteremo in campo la cattiveria giusta, affronteremo la partita di Piacenza nel migliore dei modi, così come abbiamo sempre fatto finora».

Serie C, play-off – Andata semifinale

Imolese – Piacenza 0-2

Imolese: Rossi (c); Sciacca, Checchi, Carini, Fiore (dal 85’ Varutti); Bensaja (dal 85’ Valentini), Carraro, Gargiulo; Belcastro (dal 36’ Mosti); Rossetti (dal 46’ Lanini), De Marchi (dal 65’ Cappelluzzo). All. Dionisi (a disp. Turrin, De Gori, Tissone, Varutti, Valentini, Cappelluzzo, Giannini, Zucchetti, Lanini, Boccardi, Giovinco, Mosti).

Piacenza: Fumagalli; Corsinelli, Bertoncini, Pergreffi (c), Barlocco; Nicco, Della Latta, Marotta; Di Molfetta (dal 85’ Corradi), Ferrari (dal 75’ Perez), Terrani. All. Franzini (a disp. Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Silva, Corradi, Corazza, Mulas, Bachini, Perez).

Arbitro: Alberto Santoro (assistenti Pietro Lattanzi e Mattia Massimino; quarto ufficiale Marco D’Ascanio).

Marcatori: 14’ Bertoncini (Pia), 69’ Ferrari (Pia).

Ammoniti: 44’ Carini (Imo), 72’ Mosti (Imo), 74’ Della Latta (Pia).

Recupero: 1’ e 4’.