Terzi o quarti: questo è il dilemma. Un dilemma che comunque fa dormire sogni tranquilli ad un’Imolese straordinaria per tutta la stagione: allo stadio Benelli di Ravenna, nell’ultimo turno di campionato (domenica 5 maggio, ore 15), ci sarà la possibilità di mettere la ciliegina su una torta già deliziosa. Con una vittoria, infatti, l’Imolese è certa di chiudere la stagione regolare al terzo posto e di entrare ai play-off direttamente nella fase nazionale, mentre in caso di risultato negativo o di pareggio, occorrerà aspettare il finale dal Lino Turina di Salò, dove la Feralpi ospita il Pordenone campione.

Vincere a Ravenna non sarà certo facile. I giallorossi, guidati da mister Luciano Foschi, sono la seconda più grande sorpresa del girone dopo l’Imolese e hanno vissuto una stagione molto positiva per tutto l’anno, senza cali di rendimento. Selleri e compagni hanno già raggiunto da tempo la certezza matematica di giocare il primo turno dei play-off al Benelli, ma con un successo nel derby di domenica potrebbero scavalcare il Sudtirol (o il Monza, molto dipenderà dall’esito dello scontro diretto al Druso) in classifica.

Mister Foschi può contare su una formazione fisica e dinamica, che gioca un buon calcio e segna molto sulle palle inattive. Alla fase di finalizzazione pensa poi la coppia d’attacco Nocciolini – Galuppini: 17 gol in due, ma solo 6 nel girone di ritorno. Altro dato negativo: il Ravenna ha segnato due soli gol nelle ultime 6 gare (entrambi nella stessa sfida, la vittoria per 2-1 sul campo della Virtus Verona). Vedremo se le polveri resteranno bagnate anche contro l’Imolese. Nel 3-5-2 di mister Foschi resta da capire la posizione di Selleri, che negli ultimi match ha giocato largo a sinistra al posto dell’infortunato Bresciani (in gol nel match d’andata, terminato 2-2 al Galli), mentre in avanti possibile la rinuncia a Galuppini, come già accaduto domenica scorsa a Terni.

In casa rossoblu sicuro assente lo squalificato Lorenzo Checchi: toccherà a Boccardi ricoprire il ruolo di centrale difensivo al fianco di Carini, con Sciacca e Fiore probabili titolari sulle corsie esterne. Ancora out Hraiech e Belcastro, mentre Cappelluzzo torna a disposizione di mister Dionisi.

Il direttore di gara sarà il signor Nicolò Cipriani della sezione di Empoli, mentre gli assistenti saranno i signori Robert Avalos di Legnano e Antonio Catamo di Saronno.

Alessio Dionisi, allenatore

«E’ un derby e tra le due squadre c’è un trascorso risalente a due stagioni fa, ma noi non pensiamo a questo. Si tratta di una partita importante: nessuno di noi pensava di arrivare all’ultima giornata a giocarsi il terzo posto. Non sarà facile affrontare il Ravenna, una squadra che sta facendo molto bene e che ci renderà la vita difficile, come ha già fatto all’andata. Spero sia l’ultima volta che giocheremo contro di loro: i giallorossi sono un avversario ostico, difficile, più fisico di noi e pericoloso sulle palle inattive. Non hanno mai avuto cali di rendimento e vorranno finire bene. Chiaro che le nostre motivazioni sono importanti: vogliamo arrivare terzi, poi se non ce la faremo non sarà un dramma, anzi. Stiamo parlando di arrivare terzi o quarti: resta qualcosa di incredibile per l’Imolese».