Imolese – Carrarese, atto secondo. A distanza di poco più di 6 mesi, le due squadre si riaffrontano in una gara di Coppa: allora si trattava del primo turno della Coppa Italia nazionale, mentre questa volta in palio c’è l’accesso ai quarti di Coppa di Serie C. Quella del Romeo Galli sarà una sfida senza dubbio diversa rispetto alla prima gara stagionale dell’Imolese targata Alessio Dionisi, un match che rievoca ricordi positivi (vittoria per 1-0 firmata De Marchi, con conseguente accesso al secondo turno contro il Benevento) e che lasciò subito intravedere le capacità del tecnico toscano.

Con più di metà stagione alle spalle, Imolese e Carrarese si ritrovano. Le due formazioni stanno disputando un campionato di vertice nei rispettivi gironi: se i rossoblu sono la più bella delle sorprese, tutti si aspettavano di trovare la formazione di Silvio Baldini nei piani alti, considerando anche l’arsenale offensivo a disposizione. I gialloblu possono infatti disporre dei due migliori marcatori del proprio girone: davanti a tutti l’eterno Francesco «Ciccio» Tavano, 17 gol in 24 gare di campionato, a meno di un mese dai 40 anni; dietro di lui troviamo Giuseppe Caccavallo, secondo in classifica cannonieri con 12 reti (ma in sole 17 partite). Sta segnando molto meno Massimo «Big Mac» Maccarone (solo 3 centri in campionato), ma l’attaccante piemontese resta un perno fondamentale dell’attacco di Baldini per la capacità di gestire palloni difficili e aprire spazi per gli inserimenti di Tavano e Caccavallo, appunto. Resta da vedere se l’allenatore toscano darà spazio ai cosiddetti «big» o concederà un turno di riposo soprattutto ai più «stagionati», per averli più freschi in campionato, dove la Carrarese ha perso le ultime due gare.

Non starà a guardare l’Imolese di mister Alessio Dionisi, che da un lato vorrà mantenere l’imbattibilità interna e dall’altro cercherà di proseguire la propria corsa in una competizione prestigiosa come la Coppa Italia di C. Sempre out Garattoni, mentre ha recuperato dall’influenza Nicola Mosti. La terna arbitrale sarà composta dal direttore di gara Eduart Pashuku di Albano Laziale (assistenti Bartolomucci e Avalos). Ricordiamo che, in caso di parità al termine dei 90 minuti, il regolamento prevede la disputa dei tempi supplementari e, se necessari, dei calci di rigore. Calcio di inizio alle ore 15.

Alessio Dionisi, allenatore «Si rigioca subito e questo è positivo, perché veniamo da una partita interpretata bene, ma persa. Sabato abbiamo affrontato una squadra forte e domani ne sfideremo un’altra altrettanto attrezzata: la Carrarese ha tanti valori individuali, in attacco ha solo l’imbarazzo della scelta, però ce la giocheremo. Faremo di tutto per passare il turno, consapevoli che da adesso in avanti sarà molto difficile andare avanti, visto il livello delle avversarie. La partita di domani sarà molto diversa da quella di inizio stagione: entrambe eravamo all’inizio di un percorso, mentre ora loro sono una certezza e saranno ancora più motivati dopo gli ultimi due ko in campionato. Noi abbiamo preso più consapevolezza e vogliamo far bene anche per il presidente: sappiamo quanto sia speciale per lui questa partita. Ci sarà spazio anche per i ragazzi nuovi: il modo migliore di inserirli è farli giocare subito».