Domenica 4 febbraio riflettori puntati sui campi di via Salvo d’Acquisto per la prima edizione del trofeo coinvolgente i giovani atleti delle classi 2007/2008/2009

Sarà un momento davvero coinvolgente quello che caratterizzerà il pomeriggio di domenica 4 febbraio al centro sportivo Bacchilega di Imola. Semaforo verde per la prima edizione dell’Azimut Cup (annate 2007/2008/2009) che porterà sui campi di via Salvo d’Acquisto le squadre dell’Imolese Calcio 1919, del Lugano e del Perugia.

Un triangolare dal grande fascino per il blasone delle formazioni protagoniste e per il coefficiente tecnico e qualitativo espresso dai giovani atleti schierati sul manto erboso. Un appuntamento che rimarca il costante operato e la grande attenzione profusi dalla società del presidente Spagnoli all’indirizzo del pianeta giovanile. Un quadro d’autore incastonato nella cornice naturale dell’impianto sportivo rossoblù, autentica punta di diamante di una programmazione di eventi che strizza l’occhio alla parte più pura del gioco del calcio.

Un’opinione condivisa da Pierluigi Bitti Ricci, consulente finanziario della Azimut Capital Management, main partner della manifestazione: “Oltre all’affetto che nutro per i colori rossoblù derivante dalla militanza nel settore giovanile di mio figlio Leonardo, ritengo di fondamentale importanza il coinvolgimento ed il supporto della sfera di professionisti cittadini all’indirizzo di una realtà portatrice di sani valori sportivi, etici e sociali. Un operato che si riflette con ampi influssi benefici sulla città di Imola valorizzandone e tutelandone la crescita culturale. Inoltre, il centro sportivo Bacchilega per programmazione ed indici di afflusso giornalieri risulta particolarmente funzionale nella scelta di una genuina esposizione del proprio brand abbinata al panorama sportivo”.

Pierluigi Bitti Ricci

Consulente Finanziario

www.pierluigibittiricci.it