Rossoblù generosi a Brindisi ma non basta (3-1), rete su calcio di rigore per capitan Gustavo Ferretti

Risultato: 3-1 (fine p.t. 1-0)

Virtus Francavilla Calcio: Albertazzi, De Toma, Abruzzese (12’st Gallù), Prestia, Pino, Folorunsho (24’st Biason), Buono, Turi, Viola, Saraniti (31’st Rossetti), Nzola. A disp.: Battaiola, Ayna, Valotti, Colonna, Diagnè, Delvecchio, Salatino, Di Nicola, Boschetti. All.: Gaetano D’Agostino

Imolese Calcio 1919: Mastropietro, Garics, Checchi, Torta, Guatieri (27’st Montanaro), Ferretti S. (7’st Belcastro), Scalini, Borrelli, Tattini (16’st Gavoci), Ferretti G., Titone. A disp.: Luglio, Garavini, Graziano, Vaccari, Bolelli, Miotto, Salvatori, Franchini. All.: Emanuele Filippini

Arbitro: Vincenzo Valiante (Salerno)

Marcatori: 10’pt Nzola (VF), 7’st Abruzzese (VF), 20’st Viola (VF), 27’st Ferretti G. (I, calcio di rigore)

Ammoniti: Tattini (I)

Si chiude al primo turno eliminatorio la storica partecipazione dell’Imolese nel tabellone della TIM Cup 2017/2018. Allo stadio Fanuzzi di Brindisi contro la Virtus Francavilla Calcio (3-1) i rossoblù fronteggiano senza timori reverenziali il quotato avversario di Lega Pro. Filippini fedele al proprio 4-3-3 disegna una retroguardia a quattro, davanti a Mastropietro, composta da Garics, Checchi, Torta e Guatieri a sinistra. Sulla mediana operano Scalini, Borrelli con l’inserimento a sorpresa di Santiago Ferretti. Avanzati Tattini e Titone per supportare l’ariete Gustavo Ferretti. Partono forte i padroni di casa che passano in vantaggio dopo appena dieci minuti di gioco con il preciso colpo di testa di Nzola sul cross dalla destra di Turi (1-0). L’attaccante franco-angolano sfiora il raddoppio a stretto giro di posta poi ci prova dalla lunga distanza Viola che non sorprende l’attento Mastropietro. L’Imolese, colpito a freddo, sposta in avanti il baricentro della propria manovra e con Gustavo Ferretti semina il panico all’interno dell’area di rigore pugliese. Rossoblù ancora protagonisti al minuto numero 25: inserimento di Titone sul traversone proveniente dalla trequarti, conclusione imprecisa dell’ex Matelica. I carichi di lavoro della preparazione ed il gran caldo incidono sulla reattività dei protagonisti, si allungano le compagini alla mezz’ora favorendo la velocità del francavillese Folorunsho e, sul fronte opposto, di Tattini. Ospiti in grande evidenza prima dello scadere di tempo: Davide Borrelli da buona posizione sbaglia la direzione del tiro, colpo di testa di capitan Ferretti fuori di un soffio e sospetto tocco di mano di Folorunsho. Avvio di ripresa di marca biancoazzurra, Saraniti di testa ed il tandem Viola-Turi impegnano Mastropietro. Il giovane portiere sventa miracolosamente su Viola ma capitola al settimo sugli sviluppi di un corner battuto teso da Folorunsho, letale la deviazione di destro di Abruzzese (2-0). Il tris porta la firma di Viola al ventesimo che, all’interno dell’area, ha tutto il tempo di mirare l’angolino (3-0). L’Imolese non si scompone e riordina le idee; Ferretti ed il neo entrato Gavoci vicinissimi alla marcatura della bandiera che arriva direttamente su calcio di rigore al minuto 27 per l’atterramento del pimpante Titone: lo specialista Ferretti non lascia scampo ad Albertazzi (3-1). Sigillo di partecipazione in terra amica per Montanaro. Occasioni da una parte e dall’altra prima del triplice fischio: Viola-Nzola-Rossetti sulla sponda locale, clamorosa quasi autorete di Prestia sulla costante pressione dell’Imolese che esce dal manto erboso brindisino a testa alta. La società Imolese Calcio 1919 ringrazia per l’ospitalità e la gentilezza ricevute tutto lo staff della Virtus Francavilla Calcio nonché l’ufficio sport del Comune di Mesagne ed il Mesagne Calcio per la cortese concessione dell’impianto per l’allenamento di rifinitura.