La seconda edizione del Trofeo ILab, di scena al centro tecnico Bacchilega di Imola, entra nel vivo dopo le prime due giornate che disegnano il posizionamento in classifica delle quattro compagini partecipanti: Tossani Assicurazioni/Bottega del Fabbro, PQM FC, Amici della Mongolfiera e Toghe nel Pallone ASD. Una graduatoria che diverrà definitiva con la disputa del terzo atto del girone all’italiana in programma lunedì 3 luglio ed anticipa l’atteso epilogo di giovedì 6 luglio con la finale 3°- 4°posto (ore 19) e, a seguire, la finalissima (ore 20.15). Il rettangolo di gioco è il pretesto per la preziosa opera di raccolta fondi che da quattro anni contraddistingue l’intento dell’associazione ILab (www.laboratorioimolese.com) composta da giovani imprenditori e professionisti del territorio imolese e del Circondario. Una mission che parte dalla condivisione dei problemi e dei bisogni per sfociare nella mirata promozione di iniziative e progetti a sfondo sociale e solidaristico. L’incontro con La Mongolfiera Onlus (www.lamongolfieraonlus.it), attiva dal 2011 per il sostegno concreto rivolto alle famiglie con figli disabili nell’affrontare le problematiche quotidiane, eleva la nobile finalità benefica della manifestazione che comprende anche il supporto all’iniziativa “La merenda è servita” in collaborazione con il Banco Alimentare dell’Emilia Romagna. Dalla quota di iscrizione versata dalle singole squadre per la propria partecipazione al torneo, al contributo dei partner SportTime, Vanni Immobiliare, Ricci Bus Srl. Dalla sinergia con l’Imolese Calcio 1919 per l’utilizzo gratuito dei campi da gioco e delle strutture, alla cena a buffet solidale aperta al pubblico che completerà il cerimoniale delle premiazioni di giovedì 6 luglio (prenotazioni alle mail info@laboratorioimolese.com info@lamongolfieraonlus.it oppure pagina Facebook ILab) presso il ristorante #IC1919 (c/o centro tecnico Bacchilega via Salvo d’Acquisto, 3 Imola): l’intero ricavato costituirà una preziosa mano tesa all’indirizzo di persone, semplicemente, meno fortunate. Nel corso della serata sarà proiettato in anteprima il videoclip “Imola one day” realizzato da alcuni artisti imolesi. Dall’incontro di sport e solidarietà nascono spesso favole a lieto fine, il valore aggiunto lo scandisce la purezza dei protagonisti.

Iacopo Annese (presidente ILab): “L’associazione, in questi quattro anni di vita, ha realizzato diverse iniziative a sfondo benefico con il preciso intento di sostenere concretamente quelle realtà che magari non godono di una forte risonanza mediatica. La cena e le ceste di Natale, la programmazione all’interno della festa dei commercianti del centro di Imola a maggio ed anche questo trofeo ILab, che abbraccia una doppia importante tematica, nascono con il preciso intento di accomunare all’opera aggregativa quella sociale e solidale. Questa seconda edizione del trofeo viaggia a gonfie vele, tante le richieste di iscrizione pervenute, stiamo già guardando al prossimo anno con la volontà di ampliare e perfezionare il format. Vi aspettiamo numerosi alla cena a buffet del prossimo giovedì 6 luglio”.

Davide De Santis (presidente La Mongolfiera Onlus): “La Mongolfiera Onlus nasce nel 2011 ed oggi supporta ben 67 famiglie che convivono quotidianamente con le molteplici problematiche derivanti dalla disabilità di un figlio. Si instaura un incredibile flusso di scambio sinergico tra le stesse famiglie perché il dono dell’aggregazione supera ostacoli all’apparenza insormontabili. Ogni anno, attraverso la creazione di uno specifico bando, tentiamo di risanare parzialmente quelle falle tematiche derivanti dal macchinoso ed obsoleto intervento statale. Operiamo nell’area geografica che si estende da Rimini a Modena con punti nevralgici Imola e Bologna. Il connubio con lo sport ha una genesi datata 2013 con il Trofeo Mongoalfiera che ci porta nella scenica cornice dello stadio Dall’Ara per la fase finale. L’incontro con Iacopo Annese ed ILab nasce dalla comune passione per lo sport, nello specifico per il calcio, dopo il successo della prima edizione del Trofeo ILab al Romeo Galli di Imola sono davvero contento di questa riproposizione cittadina dell’evento in un contesto altrettanto prestigioso”.