Risultato: 2-3 (pt 1-1)

IMOLESE (3-5-2): Lanzotti; Syku (3’st Serra), Olivi, Galassi; Bonilla, Landi (25’st Tattini), Poesio, Selleri, Zossi (31’st Casalone); Ferretti, Lolli. All.:  Attilio Bardi. A disp.: Bracchetti, Bertoli, Arrigoni, Negro, Mordini, Casella.

BELLARIA (5-3-2): Calderoni; Giannetti, Casieri (23’st Colonna), Dejori; Radchenko (25’st Santoni), Cicchetti (38’st Celli), Camporesi, Amati, Campidelli; Gagliardi, Russo.  All.: Masimo Zanini. A disp.: Zignani,  Indelicato,  Mangione, Montanari, Rosa, Berchicchi.

Arbitro: Stefano Camilli di Foligno

Assistenti: Mirco Cino di Enna e Michele Passarella di Ferrara

Marcatori: 33’pt Gagliardi, 40’pt Ferretti, 26’st Gagliardi, 46’st Santoni, 47’st Ferretti

Ammoniti: Amati, Serra

 

Una partita bloccata, dura com’era nelle aspettative della vigilia con il Bellaria arrivato al Galli con il chiaro intento di prendersi un punto da portare a casa. I rivieraschi hanno sistematicamente giocato con nove uomini dietro la linea della palla, e alla fine, in maniera sorprendente, si sono portati a casa l’intera posta. 

Quando affronti squadre così, diventa difficile giocare, trovare buone trame offensive che ti permettono di arrivare davanti al portiere avversario. La prima conclusione degna di nota è di Ferretti, la staffilata da fuori area dell’argentino finisce sopra la traversa. Si vedono gli ospiti, sulla punizione dal limite dell’area, Gagliardi la mette fuori (11’). Lolli segna, ma la sua marcatura viene annullata per fuorigioco. Tiro dalla bandierina di Selleri, in mezzo all’area lo stacco di Olivi è perfetto, sulla linea salva Radchenko. Il Bellaria passa inaspettatamente in vantaggio: Gagliardi fa tutto alla perfezione,  il suo velenoso tiro dai 25 metri finisce la sua corsa all’incrocio (0-1).

Un colpo che potrebbe stendere chiunque, l’Imolese reagisce e trova il pareggio: punizione da sinistra di Selleri, in mezza all’area il terzo tempo di Ferretti non lascia scampo a Calderoni che deve raccogliere il pallone nel sacco (1-1).

Nella ripresa c’è un’Imolese che attacca con più decisione, gli spazi però si riducono ancora di più al lumicino. Ci prova sempre Ferretti, ancora di testa, stavolta Calderoni para senza particolari problemi (21’). Il Bellaria sfrutta il rinvio sbagliato di Lanzotti, Russo la mette in profondità per Gagliardi che buca per la seconda volta la porta rossoblù.  L’occasione per pareggiare la crea Poesio, il colpo di testa viene salvato sulla linea da Amati (39’). Nel recupero Santoni firma il tris ospite. Nell’azione successiva Ferretti accorcia le distanze (47’). Finisce 3-2 per la formazione romagnola che può così festeggiare la vittoria al Galli.