La seconda gara di campionato è vicina, l’Imolese nella sfida che si giocherà fra 48 ore a Castelfranco Emilia cercherà il bis di vittorie, dopo la Correggese un’altra formazione emiliana sulla strada dei rossoblù.

Anche nella passata stagione modenesi e imolesi si affrontarono nella seconda d’andata:

Io, se la memoria non mi inganna, non li ho mai incontrati in carriera – dice l’attaccante Gustavo Ferretti -, sarà la prima volta e mi hanno riferito che sul loro campo non è mai facile prendersi dei punti da portare a casa. E’ solo il secondo match che giochiamo, quando parte la stagione c’è sempre da misurare tante cose, ci attende un match tosto come con la Correggese, per riuscire a portare a casa i tre punti dovremo imporre il nostro gioco. Ora siamo solo al 70-80% del nostro potenziale, a Castelfranco oltre alla vittoria il nostro obiettivo è quello di migliorare.

Ferretti è stato uno dei grandi acquisti estivi del direttore sportivo Filippo Ghinassi, l’attaccante è la punta centrale che Bardi schiera nel sul 3-4-3:

Mi piace come modulo e mi trovo bene, ho fatto tanti ruoli, non ne preferisco uno in particolare. L’anno scorso ero la punta centrale nel 4-2-3-1, se capita di fare gol bene, se accade come domenica scorsa dove la traversa mi ha impedito di segnare mi dispiace, ma alla fine conta sempre il risultato di squadra e di come il gruppo suoni come un’orchestra.

Una settimana intera per preparare il match, cosa che non era avvenuta alla vigilia dell’esordio:

La scorsa settimana l’abbiamo vissuta con attesa e senza certezze sull’inizio o meno della stagione, non sapevamo nemmeno contro chi avremmo giocato. Ma questo è passato, ora viviamo il presente pensando unicamente a fare punti con il Castelfranco Emilia.