AllieviSettore Giovanile

GIOVANISSIMI ’99 – OSTERIA GRANDE – IMOLESE

By 25/10/2012 No Comments

CAMPIONATO GIOVANISSIMI INTERPROVINCIALI – 6′ GIORNATA

 

OSTERIA GRANDE – IMOLESE = 0 – 5

 

Anche se domenica 14 è caduto il muro delle rete inviolate, continua la serie di vittorie dei Giovanissimi ’99. L’incontro con l’Osteria Grande ha confermato il buon avvio di stagione dei ragazzi di Mister Ghinassi. Domenica 21 Ottobre, il team rossoblù si schiera in campo con: Colangelo, Costa, De Marco, Ferretti, Ghini N., Giunchedi, Iperico, Malavolti, Proni, Venditti, Xella. In panchina: Argentini, Castagni, Lelli, Pelliconi, Tonetti, Triventi, Visani. Come in un film già visto, l’Imolese parte in attacco e la partita si gioca quasi interamente nella metacampo avversaria. E’ Proni ad aprire le danze delle occasioni, servendo Malavolti, ma la palla viene intercettata dal portiere avversario. Proni ci riprova su calcio d’angolo di Costa e questa volta il lancio porta i rossblù in vantaggio per  1 – 0. Passano pochi minuti e De Marco trova la rete del raddoppio deviando in rete un pallone vagante.  La serrata difesa di Ferretti, Iperico, Giunchedi e Venditti, ferma sul nascere le ripartenze avversarie, stabilizzando il gioco nella metà campo avversaria. Sembra l’inizio di una goleada, ma così non è: l’Osteria gioca molto chiusa, a difesa della propria porta e l’Imolese fatica a trovare spazi. Le occasioni non mancano, ma il primo tempo si conclude sul punteggio di 3 – 0 grazie alla doppietta di Proni che, approfittando dell’uscita del portiere, fa rotolare la palla in porta.  Nel secondo tempo scende in campo la formazione iniziale che, via via, viene sostituita da Argentini, Castagni, Lelli, Pelliconi, Tonetti, Triventi, Visani. Il quarto gol imolese arriva grazie ad un autogoal della squadra avversaria su tiro di Tonetti. Il sigillo finale alla gara viene messo da Triventi, abile a ribadire in rete su calcio d’angolo di Visani. Va così in archivio la sesta vittoria stagionale che permette ai giovani rossoblu di continuare la loro marcia.