Coefficiente di difficoltà alto per la prossima trasferta rossoblù: i ragazzi di Catalano saranno di scena domenica 14 marzo, ore 15:00, al rinnovato stadio Druso di Bolzano (un investimento di 19 milioni di euro finanziato – interamente – dalla sinergia tra la provincia autonoma e il Comune di Bolzano).

Affascinante, dunque, lo stadio ma altrettanto entusiasmante è il cammino di capitan Fink e compagni con 15 vittorie, 11 pareggi e 3 sole sconfitte per il momentaneo secondo posto in classifica a -5 dalla capolista Padova. Chiaramente il pareggio di Guccione al 90’ della sfida contro il Mantova ha tolto due punti fondamentali per la rincorsa ai biancoscudati. Sarà interessante capire come il Sudtirol reagirà a quell’episodio negativo: avranno accusato il mezzo passo falso in classifica o si presenteranno ancora più affamati di punti? Quel che è certo, come ama sempre ricordare mister Catalano, è che tutte le partite iniziano da 0-0 e se i rossoblù riusciranno a stare in partita per 90’ – come fatto dal Mantova – chissà che ci non si possa presentare alla settimana decisiva (mercoledì turno infrasettimanale contro il Legnago e domenica trasferta sul campo dell’Arezzo) con qualche punto in tasca.

L’ultimo stop dei padroni di casa risale esattamente a un mese fa quando la Feralpisalò espugnò 0-2 il Druso rendendo un po’ più amaro il San Valentino degli altoatesini.

Sicuri assenti del match il regista Marco Beccaro (fermatosi in settimana per un’infiammazione al tendine d’Achille) e il lungodegente Raphael Odogwu, ma a mister Stefano Vecchi non mancano certo le alternative in un reparto offensiva che conta anche Fischnaller, Magnaghi, Rover e Mattia Marchi (rientrato in gruppo venerdì insieme ad Emanuele Gatto). 

Parecchi problemi in più per Mister Catalano che dovrà fare a meno dello squalificato Torrasi, dell’ex di turno Della Giovanna e di tanti giocatori a mezzo impiego.

Regolarmente tra i convocati, ma ancora alla ricerca della migliore condizione fisica sia Morachioli sia Pilati.

Pasquale Catalano (allenatore Imolese Calcio 1919): “Contro il Fano abbiamo portato a casa un punto importante e complicato perché, pur avendo avuto la palla per vincerla, abbiamo comunque rischiato anche noi di subire il goal che avrebbe chiuso la partita. Oggi c’è consapevolezza che fare punti è difficile con tutti, ma se manteniamo questa mentalità possiamo fare punti dappertutto.

Non farò nessun calcolo, la prossima partita è la più importante e metterò in campo la miglior formazione possibile per provare a fare risultato con una squadra fortissima per questa categoria.

Pilati e Morachioli sono due ragazzi alla prima esperienza in questa categoria, mentre Provenzano è un giocatore di spessore per il nostro contesto quindi abbiamo affrettato un po’ i tempi con lui sapendo che ha l’esperienza giusta per valutare le sue sensazioni. 

Mi auguro di avere tutti a disposizione perché le partite sono una dietro l’altra e dobbiamo avere forze fresche e giocatori mentalmente pronti”.

I CONVOCATI

Portieri: Rossi, Siano, Nannetti

Difensori: Angeli, Aurelio, Boccardi, Carini, Pilati, Rondanini

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Onisa, Provenzano, Sabattini

Attaccanti: Bentivegna, Mattiolo, Morachioli, Piovanello, Polidori, Tommasini