Servono conferme. Dopo una settimana da urlo con le vittorie su Feralpisalò e Carpi, siamo oggi alla vigilia dello scontro diretto contro il Fano. Prima di tutto l’Imolese dovrà confermare quanto di buono fatto vedere a livello di gioco nelle ultime uscite. Secondo poi, la squadra dovrà confermare i passi in avanti fatti sotto il piano della malizia negli episodi. Quest’ultimi a Verona costarono la sconfitta, mentre nelle uscite successive sono risultati determinanti per indirizzare le sfide già nelle prime frazioni di gioco.

Uno scontro diretto che vale doppio, parola di mister Catalano: “Chiaramente è uno scontro diretto, sarà una partita delicata e intensa. Il Fano è una squadra che non ha mai perso nel 2021 e quindi servirà la massima attenzione da parte nostra”.

Capitolo infermeria: hanno recuperato dai rispettivi infortuni sia Provenzano sia Cerretti che, infatti, rientrano tra i convocati di mister Catalano. Si ferma invece Piovanello per un affaticamento muscolare accusato a fine primo tempo controlli Carpi. La contemporanea assenza di Morachioli – tempi ancora incerti per il suo recupero dal problema alla caviglia – obbligherà Catalano a studiare una soluzione alternativa. 

Quella di domani dovrebbe, inoltre, essere la presenza numero 100 per capitan Filippo Carini con la maglia rossoblù.

Gli ospiti si presentano al Galli con ancora fresca la delusione del pareggio in extremis raggiunto dalla Samb. I granata nel 2021 hanno collezionato 10 punti – esattamente come l’Imolese – e sono ancora imbattuti (2 vittorie e 4 pareggi). Dovranno però fare a meno della punta Alessio Nepi, espulso per proteste nell’ultimo turno di campionato, Flores Heatley, Simone Paolini e con il dubbio relativo al suo capocannoniere Riccardo Barbuti (8 goal in stagione) uscito claudicante nei minuti di recupero contro la Samb. Torna al Romeo Galli da ex Lorenzo Valeau, terzino sinistro in prestito dalla Roma.

Attenzione anche al conto in sospeso di mister Flavio Destro. La sconfitta dello scorso 14 ottobre 2019 (Fermana-Imolese 0-1) costò la panchina all’ex tecnico della Fermana dopo 2 buone stagioni in gialloblù.

Pasquale Catalano (allenatore Imolese Calcio 1919): “Chiaramente è uno scontro diretto, sarà una partita delicata e intensa. Il Fano è una squadra che non ha mai perso nel 2021 e quindi servirà la massima attenzione da parte nostra. Hanno avuto delle difficoltà, ma si sono ripresi bene perché vengono dal pareggio di Padova, la vittoria col Carpi e il pareggio in extremis con la Sambenedettese.

La cosa principale che proviamo ad allenare è la prestazione e domani spero che la squadra riesca a fornirne una di grande corsa e di grande applicazione. Sono state queste le chiavi dei nostri ultimi successi.

I punti contano sempre e ci sono sempre meno partite, l’attenzione la deve fare da padrone e noi dobbiamo migliorarci sempre in allenamento per fornire una prestazione all’altezza dell’importanza della sfida.

Le assenze? Ho sempre detto che il gruppo squadra dev’essere la nostra forza. Chi andrà in campo avrà sempre la mia massima fiducia e anche quella dei suoi compagni”.

I CONVOCATI

Portieri: Rossi, Siano

Difensori: Angeli, Aurelio, Boccardi, Carini, Cerretti, Della Giovanna, Laghi, Rondanini

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Onisa, Provenzano, Sabattini, Torrasi

Attaccanti: Bentivegna, Mattiolo, Polidori, Tommasini