Ci sono certe partite che possono rappresentare una svolta: domani l’Imolese va a Carpi per scoprire se quella vinta, e stravinta, contro la Feralpisalò possa segnare lo spartiacque della sua stagione. 

Vietato abbassare la guardia, parola di mister Catalano: “non possiamo pensare che i problemi siano tutti risolti. La prossima partita sarà una battaglia sportiva”. La classifica vede ancora l’Imolese al terzultimo posto ed è per questo che è vietato fare il passo più lungo della gamba. Per proseguire la propria corsa verso la salvezza occorrerà, innanzitutto, dare continuità alle recenti prestazioni e continuare a coinvolgere il gruppo in tutti i suoi effettivi. 

La difficoltà extra di questa giornata deriva dalla voglia di rivalsa del Carpi: sconfitto per 2-1 negli ultimi due precedenti contro i rossoblù e ‘strapazzato’ dal Fano appena due giorni fa (4-0 al Barbuti).

Tra i convocati rossoblù mancheranno ancora Pilati, Morachioli e Cerretti (oltre al lungodegente Rinaldi). Ma l’assenza dell’ultimo minuto è quella di Alessandro Provenzano per un problema al piede sinistro. Ballottaggio dunque tra Masala e D’Alena, autori entrambi di un match di grande intensità contro la Feralpisalò. 

Sponda Carpi: i biancorossi sono chiamati a una risposta dopo il pesante ko esterno contro il Fano, ma possono vantare un bilancio casalingo di tutto rispetto (1 sola sconfitta in 11 partite). I problemi di classifica per il neo tecnico Foschi (ex Ravenna, subentrato a Pochesci il 21 gennaio scorso) sono, infatti, dovuti a un rendimento esterno ampiamente al di sotto delle aspettative (1,82 media punti in casa che crolla a 0,70 lontano dal Cabassi). Oltre agli infortunati Martorelli e Mastour, mancherà anche il difensore centrale Venturi, espulso nell’ultima partita contro il Fano.

Pasquale Catalano (allenatore Imolese Calcio 1919): “Non possiamo pensare che i problemi siano tutti risolti. La prossima partita sarà una battaglia sportiva. Dobbiamo andare avanti con una mentalità forte per le prossime partite. 

Tutti devono essere pronti, in base all’avversario e in base alla nostra condizione alla terza partita in sette giorni. Non possiamo pensare di affrontare tutte queste partite con 11 giocatori. Serve tutto il gruppo e io dovrò fare meno errori possibili.

Dobbiamo crescere tutti insieme, siamo ancora terzultimi e dobbiamo per forza dare continuità di gioco e di risultati. Il Carpi ha perso 4-0 contro il Fano e quindi noi lo troveremo arrabbiato e agguerrito. Dobbiamo essere bravi noi a stare nella partita per proseguire i nostri miglioramenti”.

I CONVOCATI

Portieri: Rossi, Siano, Nannetti

Difensori: Angeli, Aurelio, Boccardi, Carini, Della Giovanna, Laghi, Rondanini

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Onisa, Sabattini, Torrasi

Attaccanti: Bentivegna, Mattiolo, Piovanello, Polidori, Sall, Tommasini