Nonostante il precedente più recente al Garilli sia quello del 6 novembre in Coppa Italia Serie C, la mente rossoblù riporta, per forza di cose, al 2 giugno scorso quando, nonostante la vittoria esterna per 1-2, l’Imolese fu costretta ad abbandonare il sogno Serie B ad un passo dalla finale che poi premiò il Trapani. Oggi i ragazzi di Mister Atzori, in fiducia con 5 risultati utili consecutivi e forti del riposo dopo il rinvio della sfida contro la Triestina (si giocherà mercoledì 4 dicembre alle 17), sono attesi da una trasferta complicata contro una squadra che, ai blocchi di partenza, aveva tutte le carte in regola per giocarsi la promozione.  

IMOLESE– Le parole di Mister Atzori alla vigilia della trasferta contro il Piacenza: “Abbiamo avuto una settimana senza il carico di lavoro della partita e questo non è sempre un vantaggio ma se siamo bravi e intelligenti domenica potrebbe rivelarsi tale. Ovviamente, gli uomini che scenderanno in campo, da una parte e dall’altra, non saranno gli stessi della sfida di coppa ma il Piacenza è e rimane una squadra forte costruita per provare a vincere il campionato e viene da due vittorie consecutive: vorrà fare bottino pieno ancora. Sarà difficile e noi venderemo cara pelle perché abbiamo bisogno di punti per salvarci. Infortunati? Purtroppo non siamo tanto avanti: non posso utilizzare alcuni giocatori che da tempo sono in infermeria mentre altri verranno con me pur non stando benissimo. Non so ancora chi di questi potrà giocare”.

I CONVOCATI

PORTIERI: 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi.
DIFENSORI:
2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 26 Carini, 27 Valeau, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi.
CENTROCAMPISTI: 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 11 Provenzano, 21 Bolzoni, 25 Artioli.
ATTACCANTI: 7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 18 Padovan.

PIACENZA – Dopo 3 pareggi e una sconfitta, la sfida di Coppa Italia contro l’Imolese sembra aver riacceso la squadra allenata da Arnaldo Franzini alla ricerca della terza vittoria consecutiva dopo quelle contro Gubbio e Fano. L’attuale settimo posto – grazie ai 26 punti conquistati con 7 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte – non soddisfa, però, i tifosi che contestano l’operato dello storico tecnico biancorosso. Nonostante ciò, in virtù di una classifica corta nelle posizioni di vertice così come in coda, con i 3 punti i Lupi potrebbero scalare diverse posizioni e ritrovarsi a ridosso della testa. 

PIACENZA-IMOLESE, AL GARILLI PER “VENDICARE” LA COPPA… E NON SOLOIl modulo adottato da Mister Franzini sarà l’oramai consolidato 3-5-2 con possibili variazioni nel reparto avanzato. Rientra Del Favero tra i pali dopo la convocazione con l’U21 di Mister Nicolato e la conseguente presenza di Bertozzi contro il Fano. La linea difensiva sarà guidata da Capitan Pergreffi – difensore goleador con già 4 reti in stagione – con accanto Milesi e Della Latta, autore del gol del momentaneo vantaggio biancorosso nel match di coppa. A centrocampo, Zappella a destra e Imperiale a sinistra sono certi del posto – nonostante un recuperato Sestu – mentre nella zona centrale del campo qualche ballottaggio ci sarà. Nicco, insidiato da Bolis, dovrebbe ritrovare la maglia da titolare mentre, nel ruolo di mezz’ala, Giandonato, Corradi e Marotta si giocano i due posti a disposizione. La coppia d’attacco, complice qualche problema fisico per Cacia, dovrebbe essere composta da Paponi – capocannoniere della squadra con 10 reti – e Cattaneo.