Il tradizionale attivismo della società del presidente Spagnoli in sede di campagna acquisti collima con gli investimenti attuati da tempo in ottica di potenziamento della struttura dirigenziale e dell’area sportiva

C’è un prezioso team di lavoro in casa rossoblù che opera per forgiare la fisionomia della rosa di una prima squadra ormai prossima ai blocchi di partenza del campionato di serie D 2017/2018. La lente di ingrandimento si sposta infatti sulla mirata progettualità di crescita dell’area dirigenziale della società del presidente Lorenzo Spagnoli. Un filone tematico comprendente la direzione sportiva guidata da Filippo Ghinassi che si sviluppa nell’area scouting della prima squadra capitanata da Marco Bernardi. “La società sta lavorando ad un progetto di crescita dell’area dirigenziale, cercando di investire anche nella direzione sportiva. Da circa sei mesi l’area scouting della prima squadra è stata potenziata con l’inserimento di Marco Bernardi, approdato ad Imola nel ruolo di capo scouting della prima squadra, dopo l’esperienza nel settore giovanile della Reggiana – racconta il diesse Ghinassi – Assieme a lui sono stati inseriti gli scout Claudio Cagnoli ed Afro Torri. Quest’area scouting, in comunione d’intenti con il mio operato, visiona sia a video che dal vivo centinaia di partite, con l’obiettivo di costituire un database societario di calciatori da utilizzare durante le sessioni di mercato. Il target individuato in base agli obiettivi tecnici correnti, sono le gare di Lega Pro, serie D, del campionato Primavera e del campionato Berretti”. Nulla lasciato al caso nel quartier generale di via Salvo D’Acquisto dove si lavora quotidianamente per alzare l’asticella della qualità in nome di quel professionismo che rappresenta da sempre il fiore all’occhiello del modus operandi targato Imolese Calcio 1919.