Durante la stagione, una squadra deve fare i conti con la defezione di questo o quel giocatore, negli ultimi tempi l’Imolese ha rinunciato alle prestazioni del capitano Daniele Mordini, il suo rientro ormai è vicino:

Ieri ho fatto tutto l’allenamento – dice Daniele – aggregandomi nuovamente al gruppo, se nei prossimi giorni non ci saranno intoppi sarò di nuovo a disposizione di mister Bardi per una partita. Ho voglia di rientrare dando il mio apporto all’Imolese. Stare fuori dal campo e non poter aiutare i compagni è sempre molto dura.

I rossoblù non vincono da quattro turni, l’unica vittoria stagionale è arrivata nell’esordio stagionale con la Correggese:

Il fatto di non vincere da quattro partite non ci pesa, certo non fa assolutamente piacere perché si vorrebbero vincere tutte le partite, va ricordato però che il nostro è un gruppo nuovo e rispetto all’anno scorso siamo rimasti in pochissimi. Ci sono da sistemare alcune cose, è solo l’inizio della stagione, personalmente ho  fiducia nel gruppo che è valido sia tecnicamente che a livello umano. Con il lavoro si cresce e l’Imolese ha tanti margini di miglioramento.

Il girone D si sta rivelando tosto con un tasso tecnico livellato verso l’alto:

E’ il più duro di tutta la serie D, con squadre di livello, con giocatori di categoria superiore, ma questo non ci spaventa perchè siamo attrezzati. Dobbiamo guardare solo a noi stessi migliorando la qualità degli allenamenti e l’intensità di prestazione nelle partite, tutto questo è nelle nostre corde e ci servirà per crescere. E’ inutile guardare l’attuale distacco dalla vetta, non va consultato nemmeno il calendario, se noi riusciremo a fare quello che possiamo fare, scaleremo la classifica esprimendo al massimo il nostro potenziale. Ho fiducia in quest’Imolese che ha i mezzi per arrivare in alto.

Domenica al Romeo Galli arriva il Bellaria:

La loro classifica e il fatto che i nostri avversari siano giovani sono aspetti da non analizzare, l’Imolese domenica deve giocare per fare una bella prestazione e attraverso questa prendersi i tre punti in palio. Bisogna fare il salto di qualità.