Prima Squadra

Farneti: “Dovevamo chiuderla prima”

By 11/04/2013 No Comments

lorenzospagnoliNelle ultime  stagioni l’Imolese non era mai stata così in alto a questo punto della stagione. Due vittorie consecutive e i rossoblù continuano a lottare per il secondo posto, il tecnico Farneti è soddisfatto ma con moderazione: “Questi ultimi due successi – dice il trainer rossoblù – ci tengono in corsa, ma il mio rammarico è tutto per la partita d’andata con il Romagna Centro, non meritavamo di perdere, e se quei tre punti li avessimo fatti noi ora la classifica sarebbe ancora migliore. Concentriamoci sulle partite che ancora mancano”.

Un modo per tenere sulla corda i suoi uomini? Assolutamente no: “Una squadra quando va in campo deve puntare sempre al massimo degli obiettivi, da qui a fine stagione cerchiamo di vincerle tutte, poi le somme le tireremo alla fine, tutto è ancora possibile e non bisogna mai accontentarsi nel calcio”.

Sei punti in  tre giorni, è questo il bilancio rossoblù: “Anche loro avevano giocato quattro giorni fa, noi però avevamo nella gambe anche la sfida di mercoledì scorso con l’Argentana, le energie potevano venire meno, e invece i ragazzi hanno giocato una buona gara. Avevamo calcolato qualche staffetta nel corso della partita, e ho avuto buone risposte da tutti quanti, i ragazzi si fanno sempre trovare pronti per mettermi in difficoltà nelle scelte”.

Grande protagonista della sfida è stato Tedeschi autore di una doppietta: “Complessivamente mi è piaciuto l’atteggiamento tattico della squadra, ma certe partite bisogna chiuderle prima per non rischiare di perdere punti per strada. Potevamo andare sotto se Cordisco non avesse parato un calcio di rigore, la mia squadra deve migliorare sotto l’aspetto mentale, le occasioni non vanno sprecate ma concretizzare. Ci vuole cattiveria sotto porta, quando segni ed incrementi il vantaggio, le partite diventano meno dispendiose”.

Il tris di vittorie consecutive manca dall’inizio della stagione: “Domenica arriva il San Antonio, all’andata ci hanno battuta ingiustamente, la partita fu condizionata da un’espulsione a nostro sfavore e da un gol regolare non concesso. Vogliamo riscattare quella battuta d’arresto, ci servono i tre punti dato che le nostre avversarie corrono, e se davanti qualcuno rallenta noi dobbiamo farci trovare pronti per approfittarne”. (Riproduzione riservata – Comunicazione Imolese Calcio – foto Sanna)