Prima Squadra

PARLA IL PRESIDENTE LELLI

By 19/02/2013 No Comments

gol di tedeschiUn turno di riposo porta sempre stravolgimenti della classifica, e la domenica senza calcio è costata all’Imolese la peggior posizione di questa stagione. I rossoblù sono infatti ora sesti ad un punto dal Massa Lombarda, a due dalla Sammaurese, mentre la Savignanese ne ha 3 in più rispetto a Spagnoli e compagni. Ora la squadra di Farneti deve rincorrere, e l’occasione capita già domani nella sfida di domani con il San Felice, recupero della partita saltata due settimane fa  a causa della neve, calcio d’inizio alle 20.30 (ingresso gratuito).

Una partita che può segnare il destino dei rossoblù: “Un  match delicatissimo – dice il presidente Mauro Lelli – che per noi vuol dire tanto,  dopo il riposo dobbiamo riprendere la nostra strada che avevamo intrapreso tempo fa.  Al di là di tutto c’è un ex come Belluzzi da fermare,  e insieme lui l’attaccante  Luppi, davanti sono veramente forti e fanno paura.  Il San Felice  ultimamente ha fatto dei risultati positivi, non è  una squadra da sottovalutare e  ci vuole un grande impegno da parte di tutti quanti”.

Il presidente Lelli sprona i suoi giocatori: “ Gara da vincere, non ci sono alternative e per noi sarebbe una bella cosa. Questa squadra ha sempre giocato un ottimo calcio, e solo nell’ultima partita è mancato il risultato, domani avremo qualche acciaccato, ci sono ragazzi reduci dall’influenza, altri invece che ce l’hanno tuttora, mi auguro che Farneti possa avere tutti a disposizione per poter giocare al meglio questo incontro”.

L’Imolese non è mai stata così in basso in graduatoria, un regalo dell’ultimo turno di campionato dove Spagnoli e compagni hanno fatto gli spettatori: “Questo è il riposo, ma dopo di noi riposeranno pure le altre squadre e quella sarà l’occasione per rosicchiare posizioni. Ora dobbiamo pensare a fare punti, il secondo posto è alla nostra portata, è il minimo degli obiettivi da raggiungere. Conosco bene la forza del gruppo che gioca un ottimo calcio, c’è da finalizzare di più e qui serve il salto di qualità, ci vuole un’Imolese meno bella e più incisiva.  Quest’anno chi viene allo stadio  si diverte, giochiamo bene, sbagliamo qualche gol di troppo,  e da qui in avanti si dovranno fare meno disattenzioni che ci sono costate dei punti per dei cali di tensione”. (Riproduzione riservata – Comunicazione Imolese Calcio – foto Sanna)