Prima Squadra

PARLA IL CAPITANO LORENZO SPAGNOLI

By 26/10/2012 No Comments

Si avvicina a grandi passi la sfida con la Copparese. Il meteo per domenica non promette nulla di buono, il freddo incombe, ma sullo stadio Romeo Galli (ore 14.30, ingresso gratuito) ci sarà il calore del tifo rossoblù. Il pubblico in queste prime partite di stagione è in forte aumento, un dato che piace alla società e soprattutto al capitano- dirigente Lorenzo Spagnoli: “Uno dei nostri obiettivi – dice Spagno – era quello di portare sempre più gente allo stadio, il pubblico sta rispondendo e vedere il Romeo Galli pieno è davvero molto entusiasmante”.

Il numero 10 rossoblù ha già segnato cinque gol in sei incontri (nella prima sfida non ha quasi giocato), tutte segnature degne di un campione. Si scrive Spagnoli ma si legge Raffaello, un artista del pallone capace di cambiare le partite con le sue invenzioni, con un piede che da del tu alla sfera: “Cinque gol in sei partite sono una bella media, ma soprattutto sono serviti a fare dei punti ed avere una classifica positiva. La cosa più importante è il rendimento della squadra, I miei compagni vengono all’allenamento con entusiasmo, e con queste premesse possiamo fare una buona stagione”.

Caso più unico che raro, ‘Raffaello’ Spagnoli è capitano della squadra e allo stesso tempo dirigente, in estate è entrato nei ranghi societari. Il numero 10 rossoblù si divide fra la scrivania e il rettangolo verde: “Riesco a dividermi nei due ruoli, ci sono Mauro Lelli e Gianluca Ricci che mi aiutano tantissimo insieme a tutti i responsabili del settore giovanile. Tutti quanti stiamo facendo un buon lavoro, si collabora in grande sinergia e questo è positivo. Mi sento ancora giocatore e il mio impegno in questo senso non sta venendo meno, intanto si porta avanti il progetto che ci siamo prefissi questa estate, di strada dobbiamo farne ancora tanta”.

Raccogliamo l’assist della strada, ogni giorno Spagnoli va a prendere il portiere Cordisco per recarsi all’allenamento, i due fanno insieme la strada da Castenaso a Imola: “Quando entra in macchina io sono sempre al telefono, lui si infila le sue cuffie e ascolta musica, ogni tanto ci scappa qualche parola e quando capita mi parla delle sue fidanzatine. E’ veramente uno spasso, peccato per le tante telefonate….”

La sfida con la Copparese è dietro l’angolo, l’Imolese è chiamata al riscatto dopo la prima sconfitta dell’anno con la Santagatese: “Sarà una partita complicatissima, loro stanno facendo bene e gli undici punti conquistati dicono che sono una squadra in salute. La Copparese è solida, giocano insieme già da anni, il loro allenatore è bravo ed è un carissimo amico del nostro Gianluca Ricci. Sarà un match condizionato dalla pioggia, noi però davanti al nostro pubblico vogliamo tornare a vincere e mi auguro che l’Imolese faccia una bella prestazione”.

L’intervista si chiude,  impegni famigliari: Raffaello, oltre che un ottimo calciatore, è pure un bravo padre – baby sitter. (Riproduzione riservata – Comunicazione Imolese Calcio – foto Sanna)